Sul diritto

Il diritto è la metamorfosi della consolazione. Per i giusti.

Quando si tratta di bambini e di deboli il diritto non ammette giurisprudenza.

Il bene che naufraga nel mare della violenza vede anche al buio la boa della salvezza ben ancorata sulle fondamenta del diritto.

La ragione ha per coscienza il lume del diritto.

L’ignoranza. Come per la legge, ancor più per il diritto.

Un popolo senza nazione è una nazione senza diritto.

I paesi più evoluti hanno dimenticato le loro origini. È per tale ragione che il diritto, da questi paesi, non viene considerato nemmeno come una disciplinata teoria.

Se in determinati paesi al potere ci fossero donne non si discuterebbe soltanto di pari opportunità bensì soprattutto della natività del diritto.

L’affermazione del diritto, per un uomo di governo, è il più grande dovere.

Figlio mio, non sempre il diritto è diritto. Tuttavia, se vuoi mantenere integro il tuo cuore, siine speranza di costituzione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Precedenti articoli

Oltre non chiedere a chi l’elusione violenta conduce

Oltre non chiedere a chi l’elusione violenta conduce. In balìa della stagione, il vento suo, è la tempesta in fasce…

L’infanzia, talvolta

L’infanzia, talvolta, prevede un solo istante: essere.

Eccezione

Povero quell’uomo che possiede la violenza negli occhi e che la subisce. Io vi dico che ha già ricevuto la…

Gioia. Quale e quanta quando avanzasti nell’anima mia

Gioia. Quale e quanta quando avanzasti nell’anima mia, finanche nella mia carne, senza crear scompenso invano. Già, io che da…