Paradosso dei paradossi

Paradosso dei paradossi: la sottrazione della contraddizione.

Siate miti, docili, porgete l’altra guancia e sarete benedetti.
Tuttavia non a tutti aprirò la Porta.
In verità solo chi le farà violenza sarà davvero beato.

Come il lupo preda per fame, così la pecora verso il suo Pastore. E sarà beata.

L’uomo scaltro che nelle tenebre, per illuminare la Via, ruba una lampada sarà santo.

Se le vergini possiederanno le lucerne e saranno tutte dotate d’olio lo Sposo non tarderà a farle visita. Io vi dico, però, che coloro le quali diverranno olio per illuminare con la lucerna le proprie colpe lo Sposo, prima di visitare le vergini, passerà da quelle coprendole nel suo manto dall’amore universale.

Beata quella donna che per trovare la moneta persa lascia tutto e, una volta trovatala, fa festa con le altre donne. Se però di là in mezzo vi fosse un’altra donna che lascia quelle, per cercare quello che non era stato perso ed è stato abbandonato, nessuna dovrà lamentarsene. Ella avrà rubato a tutte, per giusta causa, il Tesoro vero.

Buona cosa è il sale. Altrettanto il lievito. Eppure il mare è tanto vasto quanto le brutture di alcuni preti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Precedenti articoli

Nella esecuzione sprovveduta del censurato non essere

Troppa modernità. L’allegria non è più un vezzo degli uomini sempre più sorpresi dalle pochezze dei loro simili, i se…

In concentrati di gradualità eteree

Dei sistemi agglomerati e massimi lo sfinimento. Non basterà più l’aggiunta di valori affini all’estremismo quantico nelle dinamiche dei moti…

In fraudolente pause d’insonnia

In fraudolente pause d’insonnia la vita e la morte proseguono i loro disanimati comizi entrambe imputate ad indagare su chi,…

Particellari spazi e moti dagli eventi inauditi

Particellari spazi e moti dagli eventi inauditi, le ombre dal precipizio immoto completano il rigurgito del mattino. Stelle, astri senza…