Impressi l’evoluzione del fiato fitto del pensiero

Impressi l’evoluzione del fiato fitto del pensiero nell’inaudito espresso dalla parola che, con innovato movimento interno, giustiziò senza alcun riguardo, uno dopo l’altro, ogni luogo nel quale si era formata, infliggendo soave sorte alla sua meta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Precedenti articoli

Pietre bruciavano gli orizzonti dei miei occhi

(La conversione di San Paolo Apostolo) Pietre bruciavano gli orizzonti dei miei occhi. Io, che di fondamentale nutrivo il mio…

Nulla è più temibile del paese

Nulla è più temibile del paese che non doma le proprie città, introdotte nel sonno artificiale scomposto per la tormenta…

A sfavore dell’ipnagogico indotto

Del nulla, l’idea graffiata con ardore selvaggio dal pensiero, sottomesso all’asfissia gravitazionale conseguita da una qualche logica dell’intuito e del…

Declina, la notte, nella culla dei tuoi pensieri

Declina, la notte, nella culla dei tuoi pensieri, quando l’impensabile si colma per l’adulta nascita e, abbandonato al suo stesso…