Ho udito una voce masticare

Ho udito una voce masticare, nella parola del tormento, una dopo l’altra, le ragguardevoli espirazioni che prevengono in modo causale le fasi neutre della soporifera violenza. Non si glorino coloro che attuano tale abuso. Infatti, essendo un crimine contro l’umanità intera, essi godranno della loro ricompensa per questo nel tant’altro già dall’ieri. Ho udito la voce masticare. E masticava la voce nel tormento dei popoli.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Precedenti articoli

Oltre non chiedere a chi l’elusione violenta conduce

Oltre non chiedere a chi l’elusione violenta conduce. In balìa della stagione, il vento suo, è la tempesta in fasce…

L’infanzia, talvolta

L’infanzia, talvolta, prevede un solo istante: essere.

Eccezione

Povero quell’uomo che possiede la violenza negli occhi e che la subisce. Io vi dico che ha già ricevuto la…

Gioia. Quale e quanta quando avanzasti nell’anima mia

Gioia. Quale e quanta quando avanzasti nell’anima mia, finanche nella mia carne, senza crear scompenso invano. Già, io che da…