Introspettive speculazioni del genere

Introspezioni speculative dell’essere: perché lasciarle agitare come innovate razioni di fatalismo, di sperequanti dissolvenze asimmetriche, aritmiche, che devastazioni potrebbero inizializzare, tra fatica e piacere, nella tremebonda alchimia della corruzione del genere? (Aggiungere talvolta equivale a sottrarre. Come sarebbe mirifico moltiplicare…

Perfino i cieli tremano

Vorremmo affermare forse l’inascoltato, indi porgerlo presso l’inaudito e revocarne, infine, la sua giustizia sempre più pretesa dai clamori dei falsi partorienti di pacifica sovranità? No. Possiamo dedurre, tuttavia, dai fasti antichi che lunghe vite hanno disseminato nei campi germinati…