Albe trasvolate di qui e di là

Come la bufera era solita scuotere anzitutto i cipressi un deserto galleggiava sul mare. Albe trasvolate di qui e di là, fuoco fatuo dell’esistenza e del groppo in gola che bisestile scorre sulle anomalie dell’inessere, indietreggiarono dinanzi allo sconcerto. Quando…

Oggi fui sul momento del nascere

Oggi fui sul momento del nascere. Lento, il distacco dalla placenta e la dipartita dal grembo dai due spazi e dai tre mondi fu anomalo. L’asfissia del pianto mi condusse, fievole, al polmone dell’anima che brulicava la consapevolezza, già spiccata,…

Sul volto inverso di chi lesse

30 Giugno 2020. Appena la data mi apparve sul volto inverso di chi lesse non era più dentro il tempo del tempo la stagione più amata. Avevo un sogno, copriva naso e labbra quel tanto da farmi riconoscere non solo…

A margine calcolato d’una ferita

Non riesco ad altro vedere un silenzio giacere nel mio stinto riflesso quando il mattino è scacciato via da sé, lenta sensazione che m’accompagna, plurima, intarsiata dalla difficoltà nel suo lieve coefficiente d’oltre mondo, alibi desueto e fuggiasco schiuso in…

In coniugati essenti a notte

L’aria, con le sue intrigate mandibole, morde lo sconcerto che nell’anima mia ravviva la buccia del dolore quando la fame gira, con la sua pellicola indefinita, tracce da capitolare, segmenti alterati del mio avvenire in coniugati essenti a notte.

Avvolto in ermetiche fasce

Avvolto in ermetiche fasce dalla somma quadrata di una genealogia simbolica vivo in un’inflorescenza poliedrica a cospetto del seno vettoriale e con tenere labbra violacee miele bacio nell’alveo etereo e carnale custodito da feritoie prossime all’intimità. Approvato dalla fenomenologia tutta…

Iridescente

Iridescente, la scrittura messa al bando in tutte le sue formule. Una covata di parole sfrega i suoi primi sentimenti in sinottici versi e incontenibile cresce la poesia nel becco avulso dei canarini.